SALONE DEL MOBILE – PARTE II

Ufficialmente conclusa la Design Week possiamo fare un bilancio finale dell’evento.

Sono tornata a Torino domenica sera dopo giorni intensi fatti di tanti km percorsi a piedi tra salone e  fuorisalone, giorni che ci hanno davvero regalato molte sorprese e dopo i quali posso affermare che il salone è stato molto interessane; in particolare sono rimasta molto stupita da alcuni pezzi presentati al salone satellite.

Iniziamo dal Salone..

Ho apprezzato molto Baxter con la sua reinterpretazione degli anni ‘70 accompagnata da quel tocco di stile e gusto che ben sottolineano tutta la ricerca e la sperimentazione intrapresa da questo marchio Made in Italy. Sono rimasta veramente affascinata non soltanto dalla palette di colori ma anche la proposta dell’out-door mi ha lasciato piacevolmente stupita. Il sapiente utilizzo di pelli e cuoi hanno marcato fortemente l’identità e la qualità del saper fare italiano.

8db594102c891c295a4fb54dcd5e3996.jpg

Mi hanno colpito anche alcuni pezzi proposti da Glas Italia, complementi originali in cui trasparenza e colore interagiscono tra loro …così come ho trovato divertenti le ceramiche colorate firmate Bitossi.

 Box_in_Box-020_B-1.jpg   salonearredobitossislv.jpg

Il tavolo Clay di Desalto, bello e scultoreo conquista davvero tutti, ma non è l’unico a giocare con “l’equilibrio tra geometrie” … è il caso di La Chance con i suoi coffeè table!

clay-total-pietra-lavica-scuro-vincitore-good-design-award-2015-768x514float-hyde 570

Grandi protagoniste del salone sono state le sedie in tutte le loro forme e declinazioni ma soprattutto tante sono state le poltrone oversize, messe in mostra con tutta la loro imponenza.

 X1001fotoDETTAGLIO_669x4842-1X_02-669.jpg

Altra tendenza, il grande ritorno del mobile bar… un complemento dalla natura vintage ma oggi più che mai attuale.

Infine tantissime proposte per l’ambiente bagno e soprattutto grande attenzione al mondo della cucina in cui tecnologia ed estetica si fondono dando vita a prodotti di altissimo livello totalmente proiettati nel futuro. Non solo piastre e cappe di design altamente performanti ma soprattutto proposte di nuovi materiali caratterizzati dall’elevata resistenza e dalle finiture materiche. Quattro nomi che ci tengo a citare Steininger, Rifra, Dica e Dada.

 Closer-look-at-the-minimal-kitchen-islands-from-Steininger.jpg

Salone Satellite….

Complimenti a tutti coloro che hanno partecipato!! Giovani creativi che hanno veramente saputo tener testa ai grandi marchi del salone e anzi, hanno davvero regalato una ventata di originalità ed estro…

Primo fra tutti ad aver colpito la mia attenzione è Glen Baghurst con il suo Champgne Table… un pezzo davvero unico e originale, sicuramente molto apprezzato da tutti gli amanti delle bollicine..

champagne%20table%20web%20quailty

The Champagne Table

Very nice invece gli orologi da muro ma soprattutto lo stereo Serpentine firmati OSLOFORM.

 OF_WebShop_WebRes-23.jpg

Un gusto più tecnico caratterizza le applique by David Derksen Design.

DSC08269.JPG

Per concludere vorrei ancora citare Ehya Design Studio per l’originale interpretazione delle texture e dei decori orientali nella realizzazione di mobili dai colori sgargianti.

azzarin-3-1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...